Articolo 3

iStock-1216305969
21/07/2022 Simona Cuomo

South working: la nuova frontiera dello smart working in Italia

Il south working rappresenta un nuovo modo di pensare il lavoro al di là dell’emergenza sanitaria. Tale modello, oltre a garantire ai lavoratori un adeguato bilanciamento tra vita privata e vita professionale, ha il merito di restituire valore sociale ed economico a territori molto spesso marginalizzati.   Trovare un lavoro coerente con il proprio titolo di studio e fare carriera lavorando al Sud sembrava una possibilità remota e improbabile fino a qualche anno fa. L’emergenza sanitaria e il ricorso allo smart working hanno dato l’opportunità a molti lavoratori di lasciare le metropoli ...

iStock-1347444781
29/06/2022 Stefano Basaglia

Il mese dell’orgoglio LGBTQI+: l’importanza delle parole, dell’identificazione e dell’inclusione

Storicamente il mese dell’orgoglio LGBTQI+ è dedicato a ricordare chi ha avviato la lotta per il diritto a essere riconosciuti come «soggetti». Tuttavia, la strada dell’eguaglianza è ancora molto lontana: a testimoniarlo vi è l’uso non appropriato, anche su importanti mezzi di informazione, di termini quali «scelte sessuali», «matrimonio», ma anche la reticenza a utilizzare le parole «omosessuale» e/o «gay».   In occasione del mese dell’orgoglio LGBTQI+ vogliamo sottolineare l’importanza di alcuni temi: l’uso delle parole, l’identificazione e l’inclusione. La rivolta ...

iStock-958500252
31/05/2022 Zenia Simonella

Inclusione delle persone con disabilità: inefficienze sì, ma il primo ostacolo è culturale

Nei giorni scorsi la Corte dei Conti ha denunciato inefficienze nella gestione del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili, uno strumento istituito più di vent’anni fa per favorire la loro assunzione. Se è vero che emergono inefficienze da parte dello Stato, d’altro canto, le organizzazioni che vogliano inserire le persone con disabilità possono già farlo, lavorando innanzitutto su stereotipi e pregiudizi, primi veri ostacoli all’inclusione.   Con la deliberazione dell’11 maggio 2022[1] la Corte dei Conti ha fornito un quadro articolato relativo alla gestione del Fondo per il ...

iStock-1083791730
25/05/2022 Simona Cuomo

Le contraddizioni della leadership inclusiva: il caso Elisabetta Franchi

I leader, oltre a raggiungere gli obiettivi aziendali, dovrebbero avere un obbligo morale nei confronti della comunità che servono. Per questo motivo, le loro parole non possono mai essere pronunciate a caso né possono essere considerate una gaffe cui rimediare il giorno dopo. Emblematico da questo punto di vista il discorso del 4 maggio di Elisabetta Franchi, imprenditrice di successo e Cavaliere della Repubblica. Nell’immaginario collettivo ci si aspetta dalle donne un’interpretazione del ruolo «femminile» improntata a valori e comportamenti di ascolto, empatia e inclusione, coerenti ...

iStock-1183376682
26/04/2022 Zenia Simonella

Discriminare sul posto di lavoro va ancora di moda

Secondo l’ultima indagine dell’Istat sulle persone LGBT+ negli ambienti di lavoro, quasi 3 persone su 10 dichiarano che essere omosessuale o bisessuale ha rappresentato uno svantaggio nel corso della propria vita lavorativa. Dal report emerge inoltre come i fenomeni di discriminazione siano sottostimati in ambienti di lavoro, dove il tema dell’inclusione è secondario, dove gli atteggiamenti e i comportamenti di aggressione o micro-aggressione non sono socialmente sanzionati, e dove manca una cultura aperta alla diversità. Recentemente è stato pubblicato dall’Istat il documento che ...

iStock-1298131832
11/04/2022 Simona Cuomo

La leadership delle donne è solo inclusiva?

Quando parliamo di donne leader, la rappresentazione collettiva fa riferimento a uno stile di gestione collaborativo, empatico, sensibile, gentile, predisposto all’ascolto dei propri collaboratori; donne quindi in grado di fare scelte giuste ed eque. Cosa dire però di quelle donne che hanno usato il potere in modo coercitivo e senza assumersi la responsabilità della comunità che hanno servito? Accedere al potere ed essere un leader nella società attuale implica dunque un percorso di consapevolezza che permetta di interiorizzare un’identità di leadership autentica, responsabile e rispettosa ...

iStock-1311055822
16/03/2022 Simona Cuomo

Il ruolo della moda nei processi di inclusione

La moda inclusiva ha come principale obiettivo quello di creare tipologie di abbigliamento per le persone con disabilità. Nonostante la moda italiana sia considerata un esempio e un motore della moda internazionale, non ci sono attualmente in Italia brand nascenti o di spicco che si occupino di moda inclusiva. Oltre alla mancanza di vero impegno etico e di responsabilità sociale da parte di diverse imprese del settore, i dati suggeriscono che le persone con disabilità sarebbero disposte a spendere più di 8 miliardi di dollari in abbigliamento se solo avessero la possibilità di acquistare ...

iStock-1315448014
22/02/2022 Simona Cuomo

Unici o diversi?

Durante la terza serata del Festival di Sanremo Drusilla Foer ha proposto di sostituire la parola «diversità» con «unicità», termine che a detta di molti gioverebbe di più alla causa del Diversity Management, cioè della gestione delle diversità dei lavoratori dentro le organizzazioni. Tuttavia, prima di sostituire un termine con un altro è importante riflettere sul ruolo che la diversità e l’unicità hanno nella costruzione dell’identità personale. Il discorso sull’unicità di Drusilla Foer, tenuto sul palco dell’Ariston durante la terza serata del Festival di Sanremo, ha ...

iStock-1286097198
11/02/2022 Simona Cuomo

Carcere e inclusione lavorativa: l’esperienza della Cisco Networking Academy

La potenzialità rieducativa e inclusiva del lavoro è confermata da molti studi che hanno evidenziato il legame tra lavoro in carcere e riduzione della recidiva. Ma che cosa impedisce un corretto percorso di rieducazione prima e di inclusione nel modo del lavoro poi? Lo abbiamo chiesto a Francesco Benvenuto e Lorenzo Lenzo, da anni impegnati nella Cisco Networking Academy, un programma di formazione per detenuti che permette di ottenere certificazioni informatiche per operare sui sistemi ICT Cisco. Attivo dal 2002, solo in Italia il programma di formazione coinvolge oltre 60.000 persone all’anno ...

iStock-497564437
02/02/2022 Stefano Basaglia

Non una, ma quale «donna al Quirinale»

Eleggere una donna a una carica pubblica o privata non è un segnale di progresso di per sé. Quello che contano sono le idee, le esperienze politiche fatte e il cursus honorum. La mancata elezione di una donna alla Presidenza della Repubblica pone tuttavia al centro del dibattito il tema dell’accesso delle donne alle posizioni apicali della politica e dell’economia. Tema che non può essere affrontato con la sola introduzione di quote o con appelli generici. Sabato 29 gennaio 2022, il Presidente Sergio Mattarella è stato riconfermato, per un secondo mandato, alla presidenza della Repubblica ...