Interventi & Interviste

Banche
17/11/2021 Roberto Ruozi

Gli interessanti sviluppi nei rapporti fra banche e PMI

L’analisi di ciò che sta accadendo nel nostro Paese in questi ultimi anni lascia supporre che i rapporti fra le banche e le PMI stiano cambiando, anche se il problema non è semplice e per capirlo bene occorrerebbe differenziare i due universi. Ci sono infatti, da un lato, banche grandi (d’ora in poi BG), banche locali (d’ora in poi BL) e neo bank; dall’altro lato, PMI operanti in settori molto diversi, come per esempio il manifatturiero, l’edile, l’informatico, il professionale e via dicendo, ma anche di dimensioni non simili, nonché con un track record più o meno consolidato o ...

iStock-1051617040
23/08/2021 Roberto Ruozi

Il mercato delle Spac: i casi di Stati Uniti e Italia

Le Spac (Special Purpose Acquisition Companies) sono strumenti finanziari nati quasi vent’anni fa negli Stati Uniti. Di tali società si occupò Economia&Management già nel 2017 e nel 2018[1], facendo il punto della situazione negli USA e in Italia, dove nel 2011 nacquero strutturate non già in base a specifiche norme regolamentari o di legge, bensì mediante la combinazione di possibilità giuridiche previste per altri tipi di società finanziarie. Quando si parla di Spac bisogna quindi sempre fare riferimento alla regolamentazione in base alla quale ognuna di esse è stata costruita. Pur ...

iStock-1208247613
16/07/2021 Claudio Cosentino, Adelina di Pietro

La sostenibilità nelle aziende idriche: il caso di ACEA ATO2

La sostenibilità è una delle più grandi sfide che ciascuna azienda è chiamata ad affrontare per evolvere verso un sistema economico che sia in grado di coniugare la tutela dell’ambiente, lo sviluppo sociale ed economico.  I gestori dei servizi idrici sono definiti «sostenibili per vocazione» in quanto la loro missione fondamentale è garantire, alle generazioni presenti e future, l’accesso al servizio idrico, primario per la sopravvivenza, assicurando la tutela della qualità e quantità della risorsa idrica. Essi integrano la dimensione ambientale con lo sviluppo economico e la dimensione ...

Finanza digital
20/05/2021 Roberto Ruozi

Finanza e social media: un connubio pericoloso

Le crisi finanziarie e gli scandali a esse associati si ripresentano nel corso degli anni e quindi anche ai nostri tempi. Dopo le grandi crisi degli anni 2007/2008, in verità, sembravano destinati a scomparire, ma invece sono più attuali che mai anche se non hanno più raggiunto l’intensità del biennio ricordato. Rispetto ad allora è anche cambiata la loro qualità, come dimostrano alcuni fatti recentissimi dai quali si possono trarre informazioni interessanti. Ne citerò quattro, di cui tre molto simili fra loro e uno diverso e per alcune aspetti più «nuovo». Alludo, da un lato, ai fallimenti ...

Consip
23/02/2021 Veronica Vecchi, Manuela Brusoni

Il procurement pubblico come volano della crescita economica

Già dai prossimi mesi l’Italia potrà beneficiare di un volume ingente di risorse, nell’ambito sia di Next Generation EU sia della nuova politica di coesione voluta dal premier Mario Draghi. Un’occasione che il Paese e le sue amministrazioni pubbliche hanno il dovere di orientare in modo produttivo, per sostenere la società e l’economia. Impiegare bene tali risorse implica non solo selezionare le priorità e le progettualità, ma anche utilizzare in modo differente le logiche e gli strumenti d’acquisto, da sempre considerati «terreno minato» dalla maggior parte del personale della ...

Risk management
22/02/2021 Cesare Conti

Verso un approccio evoluto della gestione dei rischi aziendali

Un recente position paper promosso dall’Associazione Italiana Financial Industry Risk Managers (AIFIRM) in collaborazione con PwC testimonia la presenza di una best practice evoluta in tema di Enterprise Risk Management (ERM) nelle imprese non finanziarie[1], ovvero una best practice strettamente integrata con le politiche in tema di ESG (fattori ambientali, sociali e di governance), con il purpose e con la performance delle aziende. Purtroppo, tuttavia, le evidenze sulla diffusione di tale best practice non sono confortanti, per la verità non solo in Italia[2]. Certamente tale diffusione passa ...

Banca
19/02/2021 Roberto Ruozi

Vecchie e nuove sfide per le banche italiane

La pandemia che ci tormenta da oltre un anno ha sconvolto anche l’attività economica e finanziaria, innescando una crisi che non sarà facilmente superabile soprattutto in tempi brevi. In questa sede vorrei tentare di descrivere alcune conseguenze del virus sulle banche, con particolare riferimento a quelle italiane. A questi fini è bene ricordare i problemi con i quali le nostre banche si dibattevano prima dello scoppio della pandemia e che erano i seguenti: tassi di interesse bassi o addirittura negativi; rischio dei crediti molto alto accompagnato dalla non completa definizione del trattamento ...

Capitalismo sostenibile
25/01/2021 Francesco Perrini

Per un capitalismo sostenibile

Il 2020 è stato un anno distruptive per le imprese che stanno ripensando il loro ruolo, sociale e no, e le loro attività in direzione di una maggiore sostenibilità. Gli studi sul «finalismo dell’impresa», inteso quale processo di continua ricerca, definizione e ridefinizione del senso dei ruoli individuali, organizzativi, imprenditoriali, sociali e istituzionali dell’impresa, si fanno risalire ad Adam Smith che, dopo aver studiato filosofia sociale e morale, non essendo ancora l’economia una disciplina accademica, scrisse nel 1776 Indagine sulla natura e le cause della ricchezza delle ...

Cambiamento organizzativo
11/01/2021 Luigi Maria Sicca e Domenico Napolitano

Verso il cambiamento organizzativo

Il contributo di Federico Butera agli studi e alle pratiche tra organizzazione e società

I dissesti della organizzazione sanitaria (malgrado la grandezza del sistema professionale sanitario e l’eroismo di molti medici e infermieri), il crescente burocratismo delle pubbliche amministrazioni (malgrado straordinarie eccezioni), l’affanno delle PMI (malgrado pochi notevoli champion) sono esempi del collasso dell’Italia delle organizzazioni e della necessità di ridisegnarle con criteri nuovi, al di là degli hypes e delle parole magiche. Occorre potenziare le organizzazioni reali che perseguano produttività, innovazione, sostenibilità, qualità della vita. Oltre i modelli novecenteschi ...

Moda-Made in Italy
08/12/2020 Erica Corbellini, Lucia Paladino

Il valore del Made in Italy nella moda ai tempi del Covid-19

Il Covid-19 ha provocato il rallentamento generale dell’industria della moda e una drastica riduzione del commercio internazionale, creando grandi difficoltà per le catene di approvvigionamento manifatturiere globali. Sono emersi nuovi paradigmi di consumo che richiedono un cambiamento nel sistema, attualmente dominato dal fast fashion e dai prodotti low-cost. Una maggiore attenzione viene ora data a elementi quali la sostenibilità, la durata nel tempo del prodotto e la vicinanza geografica alla zona di produzione. Questo momento di rottura con il passato può rappresentare una nuova opportunità ...