China Watching

iStock-1341883238
27/09/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Evergrande: la versione cinese di Lehman Brothers?

Evergrande rischia di diventare la versione cinese di Lehman Brothers? La domanda è più che lecita e rimbalza da settimane sulle bocche degli analisti finanziari e nelle pagine dei maggiori quotidiani. Certo si teme che il crollo di un’azienda di queste dimensioni abbia ripercussioni sull’intero sistema finanziario cinese, ma per le autorità di Pechino pare essere più importante non tradire la promessa di dare una lezione ai colossi nazionali pieni di debiti. Così, chi si aspettava un salvataggio di Stato è rimasto deluso, ciò non toglie che le «caratteristiche cinesi» si fanno ...

iStock-458292919
23/08/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

In Cina la rivoluzione si fa da sdraiati

«Se non puoi sollevarti e rifiuti di inginocchiarti, non puoi far altro che sdraiarti». Sembra lo slogan di una rivoluzione non violenta, e forse lo è. Almeno in Cina. Tutto è cominciato con un post online di aprile scorso: «Sdraiarsi significa giustizia»[1]. L’autore è Luo Huazhong, un ragazzo che ha lasciato il suo alienante lavoro in fabbrica a 26 anni per viaggiare in bicicletta e che, tornato nel suo paesino natale, ha deciso di condividere il suo nuovo stile di vita: ridurre i consumi al minimo e godere delle piccole cose, lavorare lo stretto necessario per guadagnare quello che ...

iStock-1325415505
28/06/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Una marcia lunga 100 anni

Il 1° luglio si festeggerà con gran fanfara la nascita del Partito comunista cinese. È una data di comodo, perché sicuramente cellule del Partito esistevano già prima di quel luglio del 1921, mentre storicamente il primo Congresso si svolse solo il 23 luglio. Ma Mao Zedong non ricordava precisamente la data, e così nel 1941 si decise altrimenti. Cento anni dopo lo skyline delle principali metropoli si accenderà con i colori del Partito, l’esercito sfilerà e ci saranno manifestazioni e celebrazioni ovunque perché, come ha recentemente sottolineato l’attuale presidente Xi Jinping, saranno ...

Cina_vecchia
24/05/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Anche la Cina diventa vecchia

L’ultimo censimento cinese ha fotografato la nuovissima Cina: 1,412 miliardi di persone, di cui oltre il 60 per cento vive nelle città e solo il 63,4 per cento è in età da lavoro, contro il 70 per cento di appena dieci anni fa[1].  Per intenderci, gli over 65 sono oggi oltre il 13 per cento del totale contro l’appena 9 per cento riportato dal censimento del 2010. «La Cina è diventata vecchia, prima di diventare ricca», chiosa il New York Times[2] parafrasando una ben nota massima di Deng Xiaoping. Ed è un trend che non si arresterà facilmente. La natalità è calata per il quarto ...

iStock-497443692
03/05/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

La Cina rurale e il ritorno ai giovani

Quando lo scorso febbraio Xi Jinping ha dichiarato ufficialmente di aver sconfitto la povertà, i funzionari assegnati al progetto sono stati trasferiti alla «rivitalizzazione rurale» con il compito di affrontare problemi ancora più complessi come lo spopolamento, l’invecchiamento della popolazione e la mancanza cronica di lavoro delle aree dell’entroterra. «La Cina è ancora il più grande Paese in via di sviluppo del mondo» aveva dichiarato in quell’occasione la vice ministro della propaganda Xu Lin. E aveva aggiunto: «Per affrontare le diseguaglianze, l’inadeguato sviluppo delle ...

Cina_futuro
29/03/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

La Cina che verrà

Tutti in tiro e vaccinati per l’appuntamento politico più importante dell’anno. A inizio marzo, a Pechino, nella grande Sala del popolo che si affaccia su piazza Tian’anmen, si sono riuniti i circa 3mila membri del Congresso nazionale del popolo, ciò che più somiglia al nostro parlamento. Per una settimana all’anno, i delegati di ogni parte del Paese si ritrovano nella capitale per confrontarsi e votare a porte chiuse o meglio, considerando il sistema politico in questione, per conoscere e ratificare i provvedimenti legislativi nazionali. Quest’anno si è trattato di approvare il ...

Spalti vuoti
25/02/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il pallone sgonfio del calcio cinese

Sembra che Suning abbia intenzione di vendere il Jiangsu, squadra campione della Repubblica popolare nell’ultimo campionato di calcio. E sicuramente sta cercando un finanziamento con cui fare fronte ai problemi di liquidità dell’Inter, il suo gioiellino europeo. La mossa farebbe parte di un piano di dismissione dalle attività «non rilevanti» messo in atto dal colosso di Nanchino Suning.com dopo i problemi finanziari legati alla pandemia e all’invito del Governo centrale di bloccare gli investimenti all’estero da parte delle aziende cinesi. Se nel 2017 c’erano 20 club europei in mano ...

Alibaba
27/01/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

La mano visibile dello Stato

È bastato un video di 50 secondi per ridare vita ai titoli di Alibaba sulla borsa di Hong Kong: più 8,5 per cento in un pomeriggio, per un totale di 5 miliardi di dollari. Il 20 gennaio Jack Ma, fondatore di Alibaba e uno degli uomini più ricchi della Repubblica popolare cinese, è riapparso dopo quasi tre mesi di assenza per un evento online con i cento migliori insegnanti della Cina rurale. Si è detto dispiaciuto per non poter presenziare a causa della pandemia, e non ha fatto alcun cenno alla sua recente sparizione. Poi è ritornato nel silenzio e nell’assenza dalla scena pubblica. Il ...

Cina vincitore
21/12/2020 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il grande vincitore

«Se 300mila persone fossero morte di Covid in Cina, come avrebbe reagito l’occidente?» L’editoriale della versione inglese del Quotidiano del popolo[1] non lascia dubbi al senso di superiorità con cui la Repubblica popolare guarda alla gestione della pandemia nel resto del mondo. Soprattutto oggi che, con cinque vaccini in fase 3, di cui quattro già approvati per uso limitato o d’emergenza[2], pianifica la vaccinazione di 50 milioni di persone entro l’inizio di febbraio. Il governo di Pechino vuol farsi trovare pronto per le vacanze del capodanno cinese, che nel 2021 cade il 12 febbraio. ...

RCEP
22/11/2020 Cecilia Attanasio Ghezzi

RCEP: un nuovo motore per la crescita asiatica

Si chiama Regional Comprehensive Economic Partnership, o RCEP, e passerà alla storia come l’accordo commerciale più grande al mondo. 15 Paesi dell’area Asia-Pacifico – inclusi Cina, Giappone, Corea del Sud, Australia e Nuova Zelanda – si sono accordati sul libero scambio in un’area che rappresenta circa un terzo della popolazione e del PIL globale e non include né gli Stati Uniti né alcuno dei Paesi europei. È anche la prima volta che le potenze storicamente rivali dell’Asia orientale concludono un accordo che, secondo alcune stime, potrebbe aumentare di 186 miliardi la ricchezza ...