China Watching

iStock-1163110980
21/09/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

Pechino torna al carbone

Lo scorso agosto abbiamo visto spegnersi lo skyline di megalopoli come Shanghai e Chongqing. Stabilimenti che assemblano macchine e device elettronici poi distribuiti nel resto del mondo si sono fermati per mancanza di elettricità. File chilometriche si sono formate di fronte alle colonnine di ricarica per le auto elettriche, mentre la portata dei fiumi si è ridotta al punto da impedire la navigabilità alle barche di una certa dimensione. I razionamenti energetici hanno interessato soprattutto le regioni sudoccidentali dell’immenso territorio cinese dove, fino a questo momento, non si erano ...

iStock-1322520591
28/07/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il sogno economico di Pechino è al capolinea?

«Senza i depositi [bancari], non ci sono diritti umani», «Il “sogno cinese” di 400mila risparmiatori è andato in frantumi nello Henan». Gli striscioni mostrati dai manifestanti a Zhengzhou, capoluogo della suddetta regione della Cina centrale, sono diventati virali in poche ore. È il 10 luglio 2022, e centinaia di uomini e donne che chiedono di poter accedere ai propri risparmi vengono malmenati da non meglio identificati agenti in borghese. È dalla metà di aprile che chiedono di essere risarciti al governo locale. Ma a giugno, quando hanno tentato di organizzare la prima manifestazione ...

iStock-1282658284
28/06/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

Gli uiguri in Cina e il rischio genocidio

Lo scorso 9 giugno, il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che vieta l’importazione di prodotti realizzati attraverso il lavoro forzato degli uiguri. Sulla scia della legge varata a dicembre scorso dal Congresso statunitense, l’Ue ha sottolineato che la separazione dei bambini dalle loro famiglie, i programmi di sterilizzazione e il lavoro forzato nella regione autonoma dello Xinjiang «sono crimini contro l’umanità e possono costituire genocidio». Si tratta di una dura condanna nei confronti di Pechino, ma come ogni risoluzione non è vincolante. Di fatto è un modo per mettere ...

iStock-940891928
18/05/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

La grande fuga dalla Cina

Tutto è cominciato alla fine di marzo. I circa 25 milioni di residenti di Shanghai sono stati sottoposti a Covid-test di massa e poi, nonostante le autorità avessero affermato che non fosse necessario, a un lockdown senza precedenti. A una settimana di distanza la logistica della città più moderna e cosmopolita della Cina continentale era nel caos più totale. Niente cibo per i cittadini bloccati per decreto nelle loro abitazioni, urgenze mediche ignorate, famiglie divise, case di riposo fuori controllo, centri di quarantena stracolmi, illuminati h 24 e senza docce. Sui social malcontento ...

iStock-1147950427
26/04/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

I difficili equilibrismi della Cina di fronte alla guerra in Ucraina

«Wuwei wubuwei», recita la massima che più sintetizza la filosofia taoista: «Non fare nulla e non ci sarà nulla che non sia stato fatto». Pechino mantiene così un difficilissimo equilibrio tra le posizioni di Mosca e quelle di Washington e Bruxelles. Anche all’indomani dell’atteso incontro (virtuale, s’intende) tra il presidente cinese e le massime autorità dell’Unione europea, anche nell’approccio con cui i media di Stato riportano (e poi non riportano) le prime terribili immagini da Bucha. Nel voto di astensione alle Nazioni Unite come nell’assenza di smentite alle affermazioni ...

iStock-1338609597
28/02/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il nuovo nazionalismo dei consumatori cinesi

È finita l’epoca d’oro del mercato in continua espansione al di là della muraglia. Quello che per i più importanti marchi occidentali è stato un vero traino – almeno negli ultimi dieci anni – si sta chiudendo. I consumatori cinesi – giovani, attratti dalle novità e con una sempre maggiore capacità di spesa[1] – stanno seguendo il cammino disegnato dalla politica e si rivolgono sempre più ai marchi cinesi per soddisfare le proprie voglie[2].  Il patriottismo, la doppia circolazione e i recenti scandali internazionali – come quello del cotone dello Xinjiang prodotto nei campi ...

iStock-1288226659
31/01/2022 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il Rinascimento cinese e i giochi olimpici invernali

Quando il comitato olimpico ha assegnato le Olimpiadi invernali 2022 sette anni fa, a Pechino si parlava di «airpocalypse»: la capitale cinese e la sua regione erano al centro dell’attenzione globale per l’inquinamento tanto alto da costringere la popolazione a stare in casa e le fabbriche a chiudere. La tradizione degli sport invernali si basava su appena qualche anno di esperienza e l’aridità dell’area che avrebbe dovuto ospitare gli eventi outdoor era tale che, nonostante le rigide temperature, ben di rado nevicava. Il presidente Xi Jinping si mise in gioco in prima persona: «Terremo ...

iStock-616862260
21/12/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Tutti i rischi dei miliardari cinesi

Follow the money. Anzi, follow the painting. Così sappiamo che il quadro di un importante artista cinese, Zeng Fanzhi, è stato venduto all’asta. Apparteneva a Duan Weihong, miliardaria molto vicina alla famiglia dell’ex premier Wen Jiabao, ed ex moglie di Desmond Shum, imprenditore sino-britannico che ha recentemente pubblicato un libro dal titolo evocativo, Red Roulette[1], in cui descrive la commistione tra affari e politica, corruzione e vendetta di cui è stato diretto testimone nei suoi anni di attività in Cina. Il venditore dell’opera risulta essere «un’importante istituzione», ...

iStock-1289678723
29/11/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Il partito comunista incorona il presidente Xi Jinping

Come Mao Zedong, come Deng Xiaoping. Anzi, di più. Xi Jinping è il nucleo attorno cui devono stringersi il Partito, l’esercito e il Paese tutto. E il Xi Jinping pensiero è l’unica strada da percorrere per inseguire il sogno cinese e il rinascimento della Nazione. Non sono ammessi inciampi fino al 2049, quando la Repubblica popolare celebrerà il centenario dalla sua fondazione. Ecco il senso della «risoluzione storica» che ha chiuso l’ultimo importante appuntamento politico prima del Congresso del 2022, quello che, se tutto va secondo i piani, consacrerà il presidente alla leadership ...

iStock-1011141042
03/11/2021 Cecilia Attanasio Ghezzi

Le web celebrity cinesi tra crescita del digitale e strette governative

Che fine ha fatto «il re dei rossetti»? Li Jiaqi, anche noto come Austin Li, riesce ancora vendere 15mila lucidalabbra in cinque ore di streaming o il suo lavoro deve adeguarsi alla nuovissima Cina della prosperità condivisa e del bando ai volti effeminati? Li, con i suoi 45 milioni di follower su Douyin, la versione cinese originale del social che in Europa conosciamo come TikTok, è forse il volto più noto degli influencer cinesi e dell’economia digitale che si è sviluppata intorno a essi, la cosiddetta «Wanghong economy». Non c’è dubbio che Livestreamer, KOL (acronimo di key opinion ...