Interventi & Interviste

Silvia Colombo, Gianmario Verona

#StartupDay: allenarsi a chiedere perché


Millions saw the apple fall, but Newton was the one who asked why. (Bernard Baruch)   Seppur dedicata alle storiche gesta di uno scienziato, la citazione di Bernard Baruch ha il vantaggio di spiegare, con poche parole chiare, le caratteristiche essenziali che accomunano innovazione e imprenditorialità. Sia nella creazione di nuove imprese, sia nei processi innovativi, infatti, l’innesco è spesso rappresentato dall’osservazione di fenomeni o comportamenti e dal porsi la domanda: «Perché?». Perché accadono? Perché non proviamo a ...
startupday verona

Brand Academy – Channel & Retail Academy

Tutti i canali del brand


Viviamo in un’economia sempre più interconnessa, dove si moltiplicano il numero e la varietà di touchpoint – così come sono stati recentemente battezzati i momenti di interazione con i clienti - a disposizione delle aziende. Ma se da una parte la multicanalità moltiplica le occasioni di contatto e di vendita, dall’altra comporta rischi collegati al possibile conflitto fra i canali. Nell’ambito delle politiche distributive, il timore di cannibalizzazione ha reso a lungo predominante un’interpretazione competitiva e conflittuale della ...
Omni-Channel-Commerce

Redazione

Tracciabilità: non solo etica, ma business

Intervista a Stefano Pogutz


Per prima cosa, che cosa si intende esattamente quando si parla di tracciabilità della supply chain? Il tema della tracciabilità riguarda anzitutto la trasparenza dei processi produttivi lungo l’intera catena del valore. È una questione particolarmente rilevante in quei settori che sono caratterizzati dalla presenza di filiere globali, come il fashion, l’alimentare e l’ICT. Si tratta di industrie che coinvolgono una grande varietà di attori dislocati in diversi paesi: questo ha profonde implicazioni a livello ambientale, sociale e sul piano della sicurezza ...
Stefano Pogutz

Redazione

Quando la banca investe nei brand

Intervista a Carlo Moretti


I brand possono rappresentare una risorsa di grande valore per le aziende. In che modo se ne tiene di conto nelle procedure di valutazione aziendale da parte delle banche? Nei mercati contemporanei, non è più sufficiente avere un buon prodotto, ma diventa fondamentale saperlo valorizzare in maniera efficace. Oggi per le aziende il brand rappresenta effettivamente un asset intangibile di primaria importanza: è quindi fondamentale che se ne tenga conto in maniera adeguata nei bilanci aziendali, anche se non ancora tutte le imprese riescono a farlo correttamente. La stessa questione ...
Carlo Moretti ok

Redazione

La via cinese alla globalizzazione

Intervista ad Alberto Rossi


Partiamo dallo scenario macroeconomico. Qual è la situazione a livello di sistema e di politiche economiche in Cina in questo momento? Mi piace immaginare Xi Jinping come un equilibrista, in bilico tra riforme e crescita. Ci sono sicuramente elementi del percorso di riforme in atto, il cosiddetto New Normal, che stanno portando a risultati positivi: per esempio a livello di dinamica dei consumi o nel settore dei servizi. Al contempo, si registrano dei ritardi in questo percorso: il problema della sovraccapacità produttiva è ancora lungi dall’essere risolto; alcuni problemi ...
Alberto Rossi

Con il populismo i conti non tornano

Intervista a Luigi Guiso


Partiamo dal lato della domanda. «La principale evidenza sul lato della domanda – spiega il professor Guiso – è che le variabili economiche sono determinanti molto significative nello spingere il voto verso i partiti populisti. Redditi ridotti, crisi finanziarie e una più elevata insicurezza economica derivante dall’essere esposti alla globalizzazione, alla competizione degli immigrati guidano il voto populista. L’insicurezza economica ha un effetto diretto sull’orientare il voto in senso populista ma ha anche un effetto indiretto: riduce ...
Luigi Guiso

Federico Visconti

L'agenda dell'imprenditore 4.0


«Per le sue caratteristiche e per il suo ruolo […] l’imprenditore oggi è il soggetto chiamato a traghettare la società italiana nel nuovo mondo»[1]. Tutti d’accordo? Probabilmente sì, ma non basta. «Nelle imprese, come in molte circostanze della vita, vale sovente il vecchio adagio “il difetto sta nel manico”. Anche se i problemi sono tanti e con cause diverse, trovano quasi sempre una soluzione se colui che è a capo dell’impresa ha le competenze e la personalità giusta. […] Come nelle esecuzioni orchestrali, ...
Prof Visconti
La Banca Mondiale finanzia contratti in paesi in via di sviluppo legati alla realizzazione di lavori civili o alla fornitura di beni e consulenze in molteplici settori, assumendo annualmente impegni per oltre 30 miliardi di dollari, per una media di circa 100.000 contratti all’anno. I dati più recenti relativi all’aggiudicazione di gare finanziate dalla Banca evidenziano come le aziende italiane siano ormai da alcuni anni ai primi posti, almeno per quanto riguarda la fornitura di lavori civili e, ultimamente, di beni. Nell’anno fiscale 2015, il nostro paese si è ...
Tindaro Paganini

Maria Carmela Ostillio, Bruno Busacca, Sarah Ghaddar

Customer happiness: la parola alle aziende (e ai lettori)


Nel corso della nostra ricerca abbiamo valutato i livelli di felicità generati da diverse categorie di consumo. Partiamo dalla cosmesi, che risulta avere un posizionamento relativamente basso rispetto ad altre categorie. Come se lo spiega? Angelo Trocchia (President & CEO, Unilever): Come brand abbiamo una responsabilità. Se guardiamo alla comunicazione fatta nel settore negli ultimi anni, sia da noi sia dai competitor, risulta evidente come si tenda a stressare troppo gli aspetti funzionali, la dimensione razionale relativa a benefit e uso del prodotto. Invece, la felicità ...
Brand academy
Come è il mercato degli studi legali in Italia? Inutile girarci attorno, è una situazione di crisi. E gli avvocati di affari non fanno eccezione. Il vero boom c’è stato negli anni Novanta, per tre fattori principali. Prima di tutto gli investimenti stranieri nell’M&A, allora soprattutto americani, che hanno portato con sé strutture e modelli contrattuali complessi. In secondo luogo, la globalizzazione della finanza. La finanza globale si è molto trasformata in questi vent’anni, modificando drasticamente il business con i modelli internazionali ...
Arosio 1