E&M

2015/1

Personalizzare l’offerta con successo: il ruolo della fantasia


La personalizzazione dei prodotti è considerata una delle ultime frontiere della differenziazione aziendale, ma il processo per raggiungerla è talmente complesso e difficile che non sempre il consumatore vi partecipa, mettendone in pericolo i ritorni. Quattro studi sperimentali mostrano che il fantastical thinking , il processo cognitivo che spinge gli individui a fantasticare, è una soluzione efficace per migliorare i ritorni dell’investimento in personalizzazione. L’attivazione del fantastical thinking : 1. aumenta la domanda dei prodotti personalizzati; 2. riduce lo sforzo percepito nel processo; 3. aumenta le performance oggettive del prodotto (migliori qualità e innovatività degli output) e del processo (minori tempo e attività richieste); 4. può avvalersi dei comuni advergame.

MAKING CUSTOMIZATION SUCCESSFUL: THE ROLE OF FANTASTICAL THINKING#Co-creation is commonly regarded as one of the ultimate strategies to customize and differentiate products, but its process is so much difficult and complex that consumers are rarely willing to participate. Thus, its return on investment is uncertain. Four experimental studies show that fantastical thinking, the cognitive process that makes individuals fantasizing, increases the return of customization, finding that the activation of fantastical thinking: 1. increases the demand of customized products; 2. decreases the perceived effort in the process; 3. increases the true better performances of the output (in terms of quality and innovativeness) and of the process (in terms of time and number of required steps); 4. might use the common and managerial advergames.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.