Report

La rivoluzione digitale in atto, legata all’avvento di internet, dell’automazione industriale e di nuove forme di intelligenza artificiale, sarà una fonte di disoccupazione e tensioni sociali o piuttosto ci consentirà di superare i nostri problemi economici, liberando energie da impiegare in attività creative? Si tratta, come ha notato in apertura del workshop Il lavoro nella società digitale Pierfranco Camussone, autore con Alfredo Biffi del recente volume Lavoreremo ancora? Tecnologie informatiche e occupazione, di interrogativi solo in apparenza nuovi ...
Lavoro digitale
Tra aperture alla comunità internazionale e minacce di nuove sanzioni, e con le elezioni presidenziali che incombono, l’Iran rappresenta oggi per aziende e imprenditori italiani un paese tanto ricco di opportunità di investimento quanto potenzialmente rischioso. Per potere mettere a frutto appieno le potenzialità di business che il contesto iraniano offre è dunque indispensabile avere prima di tutto una conoscenza approfondita delle specificità culturali, economiche e istituzionali del paese. Al tema è stato dedicato il workshop Investire in Iran: ...
Persia
Se l’esistenza di un rapporto tra innovazione e crescita, tanto a livello micro quanto a livello macro, è riconosciuta da molti decenni, l’ondata di innovazione più recente, legata all’affermarsi delle nuove tecnologie digitali, presenta dei tratti di forte originalità. La diffusione di social media, device mobili connessi alla Rete e cloud computing ha infatti portato alla creazione di piattaforme digitali demand-friendly che rivoluzionano il rapporto tra produttori e consumatori. Un altro aspetto della disruption in corso riguarda il processo stesso di ...
visualevento
Le nuove tecnologie digitali richiedono rispetto; al di là delle mode del momento, a beneficiarne saranno soprattutto gli adottatori saggi. Il che significa, per esempio, che per poterle utilizzare in modo efficiente è indispensabile disporre delle competenze del caso, che sono rare e altamente specializzate; e allo stesso tempo, che una certa predisposizione a sfruttare al meglio le opportunità aperte dal digitale deve essere diffusa attraverso l’intera organizzazione. È sottolineando questi punti, ripresi dal manifesto per la digital transformation pubblicato ...
digital gold
I riflettori di Bocconi #StartupDay si sono accesi quest’anno su una cinquantina di start-up che hanno partecipato ai vari momenti dell’iniziativa. Una compagine vivace ed eterogenea, all’interno della quale si è inserita virtualmente una start-up molto speciale: quella fondata da Diego Piacentini, Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, con la missione di rendere più semplice e diretto il rapporto tra istituzioni e cittadini attraverso le tecnologie. Diego Piacentini, bocconiano, ha vissuto la rivoluzione digitale da pioniere ...
piacentini
9000 miliardi di dollari, cinque volte più della seconda guerra mondiale: tanto è costata, secondo recenti studi, la crisi globale del 2008-15. L’impatto della crisi è stato molto forte in tutto il mondo occidentale, con i due terzi delle famiglie che hanno visto i propri redditi rimanere stabili o diminuire nel periodo 2005-14. E oggi di nuovo, in un quadro di ripresa incerta, sembrano addensarsi nere nubi all’orizzonte, come la possibile bolla degli student loans negli Stati Uniti. Proprio a fare Il punto sulla crisi dopo otto anni è stato dedicato un ...
CDR ok

Marco Aurelio Sisti, Sarah Ghaddar

Professione vendite: percezione e prospettive


Il tema del mestiere delle vendite è stato approfondito in una ricerca quali-quantitativa condotta dal CEL - Commercial Excellence Lab, osservatorio della CDR - Claudio Dematté Research di SDA Bocconi. La ricerca ha coinvolto 355 studenti universitari in tutta Italia. I risultati e le riflessioni emerse hanno messo a confronto mondo accademico e imprese in un workshop che si è tenuto in Bocconi lo scorso 28 giugno. Tra i protagonisti della roundtable, i manager in rappresentanza delle aziende che collaborano con il CEL: Diego Giacchetti (Postel - Gruppo Poste Italiane, Main ...
cel
«In industry after industry, in customer after customer, authenticity has overtaken quality as the prevailing purchasing criterion» (Gilmore e Pine 2007). Quella dell’autenticità viene sempre più spesso riconosciuta come una leva fondamentale del valore distintivo di marca. Ma cosa si intende esattamente per brand authenticity? E che rilevanza e significato assume questo concetto nel comparto del fashion & luxury? Ancora, qual è il legame tra autenticità e italianità? A queste domande si è provato a rispondere, con il contributo di ...
Brand academy

Fabio Iraldo, Irene Bruschi, Michela Melis

Moda driver dell'economia circolare


Recuperare fino al 75 per cento di scarti, coniugando benefici economici e sostenibilità: è quello che succede oggi nel distretto tessile di Prato, esempio eccellente di come sia possibile applicare i principi dell’economia circolare nel settore moda. Questo è uno dei casi di cui si è discusso in occasione del convegno Economia circolare: sfide e opportunità per le filiere della moda, organizzato dal Tavolo di Management dell’Osservatorio sulla Green Economy (GEO) dello IEFE Bocconi, che ha già sviluppato un primo rapporto sull'Economia circolare ...
circular
In Italia, le aziende familiari rappresentano oltre l’85 per cento del totale e pesano per il 70 per cento in termini di occupazione. Quello del passaggio generazionale è quindi un nodo cruciale, che gran parte delle imprese si troverà prima o poi a dover affrontare - eppure, solo una minoranza lo fa per tempo, con quella pianificazione che è indispensabile per garantire un ricambio al vertice di successo. È a partire da queste premesse che Economia & Management ha promosso, in occasione del Festival Città Impresa di Vicenza, l’incontro «Ingredienti ...
Panel Vicenza
  • 1
  • 2