E&M

2018/4

Il talent management nella pubblica amministrazione italiana


Nel contesto della pubblica amministrazione, dove il merito spesso non è premiato e l’innovazione non sufficientemente stimolata, occorre sviluppare programmi ambiziosi di reclutamento e sviluppo professionale per persone di talento. Ciò è tanto più urgente in un contesto come quello della pubblica amministrazione italiana, da cui uscirà nei prossimi anni una parte importante della dirigenza per pensionamento. A partire dall’analisi di una serie di esperienze internazionali, è possibile individuare le caratteristiche e i benefici di programmi di talent management. Tali programmi, se opportunamente disegnati, possono contribuire a promuovere pratiche innovative e sperimentali, attrarre giovani neo-laureati ad alto potenziale, facilitare un maggior confronto orizzontale tra i diversi settori dell’amministrazione e migliorare la sua percezione da parte dei cittadini.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.