E&M

2018/4

L’esperienza prima di tutto


Nell’experience economy, l’esperienza si configura come un contenitore di valore sia per l’impresa sia per il consumatore, una nuova forma di offerta per creare un vantaggio competitivo. Nel settore del food & beverage, la centralità della customer experience appare particolarmente saliente, specie in un Paese come l’Italia. Le esperienze vengono allestite in luoghi dedicati, appositamente creati e configurati per invitare i clienti a vivere la marca e l’azienda, i cosiddetti brand experiential contexts, che includono brand stores, brand plants, brand fests, brand websites e brand virtual communities. Un’indagine svolta tra alcune aziende del food & beverage in Alto Adige e in Valle d’Aosta ha evidenziato come un approccio esperienziale sia spesso frutto del desiderio degli imprenditori di avere maggiori occasioni di contatto con i clienti per renderli partecipi della propria storia e di quella del territorio, e come la customer experience generi nel complesso un impatto positivo sulla brand equity.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.