E&M

2018/4

Industria alimentare: stato dell’arte


Nell’UE, l’industria alimentare è, in termini dimensionali, il settore manifatturiero più rilevante, con un fatturato di 1098 miliardi di euro. L’industria alimentare italiana, con 135 miliardi di euro di fatturato, è la terza dell’Unione, dopo quella francese e tedesca. In Italia, l’industria alimentare ha risentito meno di altri settori della crisi del 2008. Negli ultimi anni si segnala la crescita delle esportazioni sul fatturato, dal 16,9 per cento del 2010 al 23,7 del 2017. Un aspetto peculiare dell’industria alimentare italiana è l’elevato numero di imprese artigianali, che esprime l’importanza delle PMI nel settore. Nel beverage invece sono presenti imprese di dimensioni maggiori. Per restare competitive, le nostre imprese dovranno puntare sull’elevata reputazione di prodotto, grazie anche alle eccellenze legate al territorio, e prestare attenzione ai cambiamenti nella domanda, legati ai temi della salute e della sostenibilità ambientale.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.