E&M

2018/2

I gruppi familiari al microscopio


Nelle aziende familiari di dimensioni medio-grandi, le holding rappresentano il luogo ideale dove far convergere gli interessi della famiglia proprietaria, separandoli dalle decisioni di business, ed esprimere un indirizzo unitario in relazione alle decisioni di investimento. Stando a un’indagine condotta su una popolazione di 2672 aziende familiari italiane con fatturato superiore ai 50 milioni di euro, la percentuale di imprese controllate da una holding è pari al 48,3 per cento, con una crescita di circa 14 punti percentuali tra il 2000 e il 2015. Tali gruppi sono caratterizzati da strutture di controllo relativamente semplici, con un unico livello societario nelle strutture di controllo in oltre tre casi su quattro. A livello di risultati, i gruppi più efficienti risultano essere quelli in cui, oltre a una catena di controllo più corta e trasparente, la holding svolge un’attività più limitata, senza aggravi di costi e duplicazioni di strutture spesso già presenti nelle società controllate.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.