E&M

2017/5

Quanto valgono le società ICT in-house


Le società ICT in-house pubbliche producono ed erogano servizi digitali ai cittadini e alle imprese e sviluppano e gestiscono i sistemi informativi degli enti pubblici loro azionisti. L’affidamento di un servizio a queste società trova giustificazione laddove queste garantiscano gli stessi costi del mercato o restituiscano un valore aggiunto maggiore.

Nella prospettiva di un corretto confronto di efficienza con il mercato, è necessario che le attività che generano costi «di servizio pubblico» siano evidenziate in modo univoco. Nello specifico, il policy maker deve essere in grado di valutare e comparare il valore prodotto dalle società in-house rispetto a quelle di mercato; le società in-house devono poter dimostrare il costo dei propri servizi e il valore aggiunto creato.

A tale scopo, può essere utile adottare una logica di activity-based costing e di unbundling contabile, in modo da rendere possibile il benchmarking e garantire la massima trasparenza, come dimostra il caso di Lombardia Informatica SpA.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.