E&M

2005/6

Oltre l’aula: i servizi one-to-one per lo sviluppo individuale. Counseling, mentoring, coaching, tutoring


Questo articolo propone uno studio empirico sullo stato dell’arte della formazione e dei servizi one-to-one (counseling, mentoring, coaching e tutoring) nel mercato italiano. Si è infatti assistito negli ultimi anni a uno sviluppo veloce e repentino di questi servizi, che sembra aver generato sia nell’utenza (aziende e individui) sia negli operatori molto interesse ma anche una certa confusione circa obiettivi, ambiti di competenza, metodologie e specificità di ciascun servizio.#La ricerca vuole quindi offrire spunti di riflessione su un tema relativamente nuovo evidenziando le opportunità che questi servizi offrono per l’individuo e per l’organizzazione.#La difficoltà della loro introduzione nelle imprese italiane – soprattutto del counseling e del mentoring – riguarda, oltre le criticità intrinseche, il tabù della cultura organizzativa italiana secondo la quale le problematiche di natura più emotiva che tecnica sono considerate difficoltà sfortunate da gestirsi in prima persona. È giusto e funzionale che l’azienda si occupi della “persona”? Non si rischia di sconfinare nella psicoterapia? Come si possono rendere tangibili i vantaggi che tali servizi comportano? Questi i dubbi che i manager dell’HR si pongono.#Nell’articolo si è inteso, per contro, rilevare come i servizi one-to-one risultino più consoni, rispetto alla formazione tradizionale, ad alcuni bisogni che le organizzazioni attualmente esprimono.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.