E&M

2011/6

Lo sviluppo dell’internal auditing in sanità. Tre esperienze di eccellenza a confronto


Lo sviluppo dell’internal auditing nelle organizzazioni sanitarie è condizionato dalle peculiarità dei processi assistenziali e dall’elevata autonomia professionale. Le applicazioni di audit hanno origine nella pratica clinica e sono in prevalenza centrate sui comportamenti professionali e sulla valutazione degli errori che da questi derivano. Sembrano, tuttavia, emergere segnali di una più competente considerazione dell’internal auditing come strumento di supporto ai sistemi di corporate governance delle aziende sanitarie. L’articolo approfondisce le tendenze emergenti nelle prassi organizzative attraverso l’analisi di alcune esperienze paradigmatiche. L’intento è duplice: da una parte, comprendere meglio il tema e le sue ricadute operative in questo peculiare settore e, dall’altra, favorire una diffusione consapevole di pratiche promettenti.

INTERNAL AUDIT DEVELOPMENT IN HEALTH CARE. A COMPARISON OF THREE EXPERIENCES OF EXCELLENCE#The development of internal auditing in health care organizations is strongly affected by the characteristics of the health care process and the presence of a broad professional discretion in every activity. In this context, audit applications have their origin in clinical practice and are still mainly focused on the evaluation of professional conduct and professional errors. Recently, however, a new view of internal auditing has been developing, which sees internal auditing as a tool to support the corporate governance system of health care organizations. This article discusses this emerging trend in organizational practice through some case studies. The purpose is twofold: to better understand the issue and its operational impacts, and to further spread awareness of promising practices.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.