E&M

2010/1

L’influsso della crisi sulle strategie bancarie


Sono passati ormai più di due anni dall’inizio della crisi e le banche hanno rivisto o stanno ancora rivedendo le loro strategie, in non pochi casi anche su pressione delle autorità di governo e di vigilanza, interessate all’argomento non solo per i tradizionali motivi istituzionali, ma anche per la salvaguardia dei massicci investimenti statali nel frattempo effettuati a vario titolo nelle banche in questione.#Molte banche sembrano orientate a cambiare modo di agire. Le intenzioni non sono chiarissime ma, quali che siano, dovranno tener conto che molte cose fondamentali sono a loro volta cambiate. Due punti sembrano particolarmente importanti in materia, cioè la gestione del passivo e l’equilibrio raccolta/impieghi, che assumeranno configurazioni nuove anche nel caso che le banche tornino a privilegiare l’attività di intermediazione tradizionale.

THE IMPACT OF THE FINANCIAL CRISIS ON BANKING STRATEGIES. The financial crisis arisen in 2007 has produced important consequences on the strategies of the banks and especially of the international ones. These consequences are not the same for all banks but some aspects of them are very clear and seem to lead to a future of banking very different from its past.#These strategic changes concern sizes, diversification, internationalization, concentration of interest in domestic markets and in the core business. Also liabilities management and assets/liabilities relationships will change deeply.#The regulatory authorities are monitoring these strategic evolutions with great attention and proposing new rules in order to avoid a new crisis.

L'ACCESSO A QUESTO CONTENUTO E' RISERVATO AGLI UTENTI ABBONATI

Sei abbonato? Esegui l'accesso oppure abbonati.