Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 85

Robert Eccles, riferendosi alle imprese di costruzioni, le definisce semiorganizzazioni, cioč imprese che operano su una quantitŕ rilevante di commesse e di progetti e che tendono a strutturare in base a questi progetti il proprio perimetro aziendale e le proprie strategie. Vi č quindi una prima grande differenza tra un’impresa che opera all’interno di un processo produttivo con logistiche ...

Articolo rivista - E&M - 2010/5

Masciandaro Donato

Stati Uniti ed Europa:  parte (male) la riforma della finanza


Nelle ultime settimane sono avvenuti fatti importanti in tema di riforma delle regole. Negli Stati Uniti è stata approvata la cosiddetta legge Dodd-Frank di riforma dei mercati finanziari. In Europa la Commissione e il Parlamento stanno cercando di trovare un accordo sulla riforma della vigilanza. In entrambi i casi il consuntivo non è entusiasmante. Anzi. Negli Stati Uniti i rappresentanti ...

Articolo rivista - E&M - 2010/4

Masciandaro Donato

BCE: indipendente sì, tedesca no


L’acquisto da parte della Banca Centrale Europea (BCE) di titoli pubblici ha aperto nella vita dell’euro una fase nuova, in cui l’efficacia del governo della moneta dipenderà da due fattori: occorrerà una difesa attenta delle regole a presidio dell’indipendenza, ma nello stesso tempo bisognerà evitare una politica monetaria di tipo “tedesco”. Nei prossimi mesi la BCE affronterà ...

Articolo rivista - E&M - 2015/04

Daveri Francesco

Europa divisa: un lusso che non ci possiamo piĂą permettere


L’articolo č una versione abbreviata e rivista del mio intervento alla XI Lezione Mario Arcelli, tenutasi a Piacenza il 2 marzo 2015.   Il ritorno in auge della crisi greca nei primi mesi del 2015 ha riportato tutti di colpo al 2010-11 quando venne fuori che i conti di Atene erano fuori controllo. Di piů: siccome il problema Grecia non č davvero solo greco ma chiama in causa i meccanismi di ...

Articolo rivista - E&M - 2011/03

Perrone Vincenzo

E il Piave smise di mormorare. Capitale straniero e sviluppo italiano


Proprio mentre sui balconi d’Italia garrivano festosi bandiere e gagliardetti tricolore a celebrare l’unità nazionale, sul mercato si leggevano chiari i segni di una nuova invasione. Fatta per fortuna non al suono delle fanfare e al ritmo omicida delle mitragliatrici, ma al dolce e ipnotico fruscio dei capitali. Tra i principali esportatori degli stessi: i nostri cugini d’Oltralpe. Ai quali ...

Articolo rivista - E&M - 2010/3

Masciandaro Donato

Sud: l’occasione federalismo


Il federalismo può rappresentare un’occasione importante per la classe politica italiana e meridionale per investire nel fattore che più determina la bassa crescita del Sud: il deficit di capitale sociale. L’analisi economica più recente ha messo in luce che in un dato territorio, a parità di altre condizioni, il motore della crescita economica è la dotazione di un bene comune peculiare: ...

Articolo rivista - E&M - 2014/04

Valotti Giovanni

Una PA da cambiare


La pubblica amministrazione è stata oggetto di numerosi provvedimenti di riforma nell’arco degli ultimi trent’anni. Ministri e governi di diversa espressione politica si sono cimentati nell’arduo compito di modificare un settore tanto strategico per il paese quanto vittima di tradizioni e resistenze consolidate. La crisi che ha interessato il mondo economico occidentale a partire dal 2008 ...

Articolo rivista - E&M - 2014/04

Cusumano Niccolò, Sicilia Mariafranesca, Vecchi Veronica

Colmare i gap nella gestione dei servizi pubblici locali. Tre proposte


La capacità di un paese di attrarre investimenti, di generare crescita e sviluppo dipende dalla qualità dei servizi pubblici. Essi possono avere una prevalente connotazione sociale (per esempio l’assistenza agli anziani, l’educazione), oppure economica, poiché si organizzano secondo forme e modalità tipiche della gestione imprenditoriale e i cui risultati, però, contribuiscono al raggiungimento ...

Articolo rivista - E&M - 2014/04

Fattore Giovanni, Valotti Giovanni

La PA che vogliamo. Un contributo di analisi e proposte


Volere non significa potere: senza un’idea di quali amministrazioni pubbliche vorremmo, tuttavia, è difficile tracciare un percorso per una delle più grandi sfide del nostro paese, vale a dire riformare la pubblica amministrazione (PA) per renderla motore e non freno per lo sviluppo. Con questa premessa, il 20 febbraio 2014 si è svolto il convegno annuale di OCAP (Osservatorio sul Cambiamento ...

Articolo rivista - E&M - 2015/03

Onado Marco

Popolari: la lunga strada della riforma


Nello scorso gennaio il governo è intervenuto in modo deciso e inusuale sul mondo delle banche popolari, con un decreto che impone a quelle con oltre 8 miliardi di euro di attivo totale di trasformarsi in società per azioni e dunque di abbandonare la loro originale struttura cooperativa, basata in primo luogo sul voto capitario, dunque sulla parità fra soci indipendentemente dal numero di azioni ...