Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 419

Articolo rivista - E&M - 2008/6

Jommi Claudio, Otto Monica

La gestione delle politiche pubbliche a sostegno delle biotecnologie: il caso tedesco


Questo lavoro analizza le politiche pubbliche a sostegno del settore biotecnologico attuate negli ultimi dieci anni in Germania, valutate con riferimento a tre cluster (Rhineland, Monaco e Berlino), in termini di 1. impatto quantitativo (nuove imprese, occupazione nel settore, brevetti, prodotti in pipeline per fase di sviluppo, attrazione di capitale privato); 2. modalitŕ con cui tali politiche sono ...

Articolo rivista - E&M - 2009/6

Chakraborty Urmila

The Changing Face of India


La rubrica “La finestra sul mondo” approda come prima tappa in area BRIC (Brasile, Russia, India, Cina), volgendo lo sguardo verso i paesi emergenti, unanimemente riconosciuti strategici per lo scenario dell’economia globale del Terzo Millennio. Avendo ripreso il percorso della rubrica “Doing business in China”, dalla Cina muove prima di tutto all’interno dell’area ...
Dopo anni di ininterrotto sviluppo, il mercato degli immobili residenziali in Italia ha rallentato la propria crescita ed č entrato in fase recessiva. Il fatto non stupisce, avendo riguardato praticamente l’intero pianeta ed essendo stato all’origine della grande crisi finanziaria scoppiata negli Stati Uniti nell’estate 2007. La situazione italiana č stata comunque migliore di quella ...

Articolo rivista - E&M - 2010/1

Francione Marisa

Ed è solo l’inizio.

Intervista a Pierre Lefèvre, Amministratore Delegato e Direttore Generale Groupama Assicurazioni


Uno dei principali player assicurativi in Francia con una dimensione internazionale in netta evoluzione, Groupama è presente in quattordici paesi in Europa, Asia e Africa con 16 milioni di clienti, 38.500 dipendenti e un fatturato di 16,2 miliardi di euro. L’Italia è il primo mercato estero del Gruppo, con 1,7 milioni di clienti, 932 dipendenti, 834 agenzie e un fatturato di 1,39 milioni di euro. ...

Articolo rivista - E&M - 2010/1

Mori Antonella

Brasile, il lato B dei BRIC


Un grande paese, che incassa oggi il bonus demografico, un’immensa dotazione di materie prime, una politica economica che persegue il contenimento dell’esclusione sociale, una crescita infrastrutturale tutta da costruire che offre opportunitŕ di investimento enormi. In attesa del 2011, anno dell’Italia in Brasile, e delle Olimpiadi del 2016 si aprono interessanti prospettive per ...

Articolo rivista - E&M - 2010/1

Puricelli Marina

Una relazione unica, anzi normale


Riscopriamo il rispetto e la fiducia al centro di rapporti di lavoro che, credo, meriterebbero di essere raccontati nelle aule di formazione agli imprenditori e ai manager di domani.

Articolo rivista - E&M - 2012/01

Filippini Carlo

ASEAN verso un’identità


Dieci nazioni dinamicamente proiettate verso l’integrazione economica che conservano le proprie caratteristiche distintive, spesso con macroscopiche differenze eppure organicamente ispirate dal fondamento di una cultura confuciana condivisa. Dal piccolo Brunei alla popolosa Indonesia, dalla ricca Singapore alla molto piů povera Birmania, lo sforzo dell’ASEAN di imporsi verso il resto del ...

Articolo rivista - E&M - 2000/4

Garegnani Giovanni Maria

Le rivalutazioni nelle operazioni di fusione: una nuova opportunitĂ 


Un emendamento al collegato fiscale della finanziaria 2000 apre piů ampie prospettive di utilizzo dell’imposta sostitutiva.

Articolo rivista - E&M - 2012/01

Puricelli Marina

Il futuro nelle virtĂą del passato: il caso Sebaste


Partire da alcuni valori del nostro passato, senza retorica ma con la capacitŕ di tradurli in pratiche attuali, puň essere utile per progettare un domani piů solido, costruito su pilastri che possono fare da argine a crisi di diversa natura, da quelle economiche a quelle antropologiche che stiamo purtroppo sperimentando.
I policy maker locali si trovano di fronte una cittadinanza sempre piů demanding, utenti sempre piů clusterizzati, di cui alcuni con bisogni primari insoddisfatti, risorse decisamente decrescenti. In questo scenario quali possono essere il ruolo e il confine del sistema pubblico?