Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 41

Articolo rivista - E&M - 2016/2

Gatti Stefano

Credito cooperativo: i perché della riforma


Le banche di credito cooperativo detengono il 7,7 per cento della raccolta diretta in Italia. La riforma varata dal governo mira a risolvere i temi degli assetti di governance e qualità del credito.

Articolo rivista - E&M - 2003/2

Dematté Claudio

Gestire le imprese quando il mercato diventa incerto e difficile


Per molte imprese il 2002 è stato un anno difficile o, peggio, un anno da dimenticare. È stato l’anno della crisi Fiat e del suo indotto, del tracollo della Cirio, della moria di tante piccole imprese, alcune delle quali valide, sorte sull’entusiasmo delle nuove tecnologie. Anche quelle che chiudono in positivo lo devono più alla loro bravura che alle condizioni della domanda, che in ...
Il 2005 è stato per le banche italiane, dal punto di vista economico, finanziario e patrimoniale, un anno indubbiamente positivo: la redditività è cresciuta, con un incremento del ROE medio di settore, la qualità dell’attivo è migliorata, con un’ulteriore discesa del tasso di sofferenza degli impieghi, la patrimonializzazione è elevata e ampiamente ...

Articolo rivista - E&M - 2005/2

Monti Mario, Perrone Vincenzo

Italia – Europa – Italia. Dialogo con Mario Monti


Abbiamo deciso di chiedere al professor Mario Monti, presidente dell’Università Bocconi, di condividere con noi e con i nostri lettori alcune riflessioni sull’Italia e sull’Europa frutto della sua lunga esperienza di governo europeo, prima come Commissario al Mercato Interno, ai Servizi e all’Integrazione Finanziari, alla Fiscalità e alle Dogane (1995-1999) ...

Articolo rivista - E&M - 2003/5

Dematté Claudio

Perché bisogna battersi per difendere e ampliare il ruolo dei mercati


In questi lunghi mesi di economia stagnante le imprese avvertono la concorrenza come una pressione insostenibile. È normale che ciò accada: quando l’offerta diventa superiore alla domanda – vuoi perché quest’ultima si è contratta, vuoi perché sono entrati in campo nuovi concorrenti, inclusi quelli provenienti da paesi a più basso prezzo o a più alta qualità – lo spazio vitale ...

Articolo rivista - E&M - 2004/5

Perrone Vincenzo

Oltre l’orizzonte dei distretti


Quando queste note saranno lette, le prime, timide avvisaglie di una possibile ripresa economica si saranno trasformate in una realtà piena ed evidente. Speriamo. Il vento forte che riprenderà a gonfiare le vele delle nostre imprese, soprattutto di quelle capaci di navigare in mari lontani dal nostro, rincuorerà gli animi dei marinai e arricchirà nuovamente gli armatori. Ma farà anche, ...

Articolo rivista - E&M - 2005/5

Verona Gianmario

Un anno di innovazione


Esattamente un anno fa la rivista internazionale di management Business Week salutava il 2004 con una copertina che infondeva un sincero benvenuto alla “innovation economy” e che presentava impresso lo scaltro volto di Steve Jobs, l’imprenditore manager che con l’i-Pod è riuscito a far creare alla sua Apple l’ennesimo nuovo mercato e ad espandere la fervida comunità ...

Articolo rivista - E&M - 2007/3

Soda Giuseppe

Fannulloni o disorganizzati? Viaggio nella produttività che non c’è


Con l’impeto caratteristico delle folgorazioni – un po’ come nell’indimenticabile sequenza del film The Blues Brothers in cui un J. Belushi folgorato “vede la luce” entrando in chiesa – gli opinion maker, la politica e gli imprenditori hanno ricominciato a parlare di produttività, rianimando un concetto – e un problema – che per decenni era pressoché scomparso dagli articoli, ...

Articolo rivista - E&M - 2007/4

Verona Gianmario

La Corporate America dal ponte di comando


Ad Hanover, un piccolo paese a nord-ovest del New England in un lembo di terra a cavallo tra gli stati bucolici di New Hampshire e Vermont, animato da circa diecimila abitanti e punto di sosta intermedia tra il Settecento e l’Ottocento dell’allora lungo e faticoso viaggio che conduceva alcuni intrepidi viaggiatori da Boston a Montreal, c’è un inusuale via vai di CEO di imprese americane ...

Articolo rivista - E&M - 2007/6

Perrone Vincenzo

L’essenziale è invisibile agli occhi: intangibili e sviluppo


Cosa vuol dire che un paese come l’Italia, ancora la settima economia al mondo per le dimensioni del proprio prodotto interno lordo, finisca invece al 46° posto in una classifica sulla competitività globale di paese che vede gli Stati Uniti d’America al primo posto, la Germania al 5°, la Francia al 18°, e prima di noi paesi come la Slovenia e la Lettonia? Qualcuno ...