Ricerca

Ordina per: Rilevanza | Il più recente | Il meno recente

Documenti trovati: 85

Articolo rivista - E&M - 2017/3

Daveri Francesco

La Brexit che non c’è stata. Almeno finora


Dal giugno 2016 a oggi nel Regno Unito il PIL è cresciuto e la disoccupazione scesa. Ma gli effetti dell’uscita dall’UE restano da verificare
Un calo della produzione tedesca del 3 per cento su base mensile nel dicembre 2016: è il dato pubblicato oggi dal Destis, l’istituto nazionale di statistica tedesco. Il calo, che ha colto di sorpresa gli analisti (era stata prevista una crescita dello 0,3 per cento), è stato particolarmente marcato nel settore manifatturiero (-3,4 per cento, con un -5,4 per cento nel comparto dei ...
Nel 2015, dopo tre anni di recessione, il PIL italiano è tornato a crescere dello 0,8 per cento - ma come va letto questo dato nel più ampio contesto dell’Eurozona? Che impatto hanno avuto le politiche espansive della BCE di Mario Draghi sul nostro paese? Di fronte ai partner europei, uno dei grandi problemi dell’economia italiana resta senza ombra di dubbio il macigno del ...
Riproponiamo di seguito l'articolo di Innocenzo Cipolletta, Cercando la produttività, pubblicato sul numero 6/2015 di Economia & Management, accompagnato da un commento di Michele Salvati e da una replica dell'autore. Di cosa si parla quando si parla di produttività? In genere, le analisi che indicano la bassa produttività come causa dei nostri mali fanno riferimento alla ...

Articolo rivista - E&M - 2015/6

Cipolletta Innocenzo

Cercando la produttività


Fra le cause della bassa crescita economica italiana, la più citata è senza dubbio la scarsa produttività del nostro paese. A essa viene attribuita la bassa crescita, la bassa occupazione, i bassi salari e la bassa competitività del paese. Ce n’è abbastanza per cercare di capire cosa sia e come si misura la produttività, visto che è la causa di ...

Articolo rivista - E&M - 2015/05

Ruozi Roberto

La debancarizzazione proseguirà


Da qualche anno l’Italia sembra avviata a un processo di debancarizzazione, che vedrà il rapporto fra intermediazione bancaria e intermediazione finanziaria totale scendere progressivamente, avvicinandosi sempre più alla media dei paesi europei. Il volume dei prestiti concessi alle famiglie e alle imprese non finanziarie in essere presso il nostro sistema bancario è quindi ...

Articolo rivista - E&M - 2015/04

Daveri Francesco

Europa divisa: un lusso che non ci possiamo più permettere


L’articolo è una versione abbreviata e rivista del mio intervento alla XI Lezione Mario Arcelli, tenutasi a Piacenza il 2 marzo 2015.   Il ritorno in auge della crisi greca nei primi mesi del 2015 ha riportato tutti di colpo al 2010-11 quando venne fuori che i conti di Atene erano fuori controllo. Di più: siccome il problema Grecia non è davvero solo greco ma chiama ...

Articolo rivista - E&M - 2015/03

Onado Marco

Popolari: la lunga strada della riforma


Nello scorso gennaio il governo è intervenuto in modo deciso e inusuale sul mondo delle banche popolari, con un decreto che impone a quelle con oltre 8 miliardi di euro di attivo totale di trasformarsi in società per azioni e dunque di abbandonare la loro originale struttura cooperativa, basata in primo luogo sul voto capitario, dunque sulla parità fra soci indipendentemente dal numero ...

Articolo rivista - E&M - 2015/03

Ferri Giovanni

Una rottamazione avventata


Per vari motivi di metodo e di merito reputo il decreto banche popolari discutibile e dannoso. Nel metodo è mancata una seria discussione su pregi e difetti delle dieci maggiori popolari. La scelta di forzarne la trasformazione in SpA per decreto – per di più con la ‘fiducia’ – è stata improvvida. In primis, è stato mistificatorio accampare l’urgenza di un provvedimento ove neanche ...

Intervista a Vitaliano Fiorillo

Il futuro del biologico


Considerato per molto tempo dai player del settore e dai consumatori una nicchia marginale ed elitaria, il prodotto alimentare biologico rappresenta oggi una discontinuità rispetto alla produzione industriale di cibi e bevande. A fronte di una crisi strutturale dell’agroalimentare, il biologico italiano da un decennio cresce a doppia cifra e si trova a un bivio: rimanere nicchia o diventare ...