Stories

Vincenzo Marino

Industrial Excellence Award 2017


Premiate le eccellenze industriali internazionali, un nuovo capitolo per l’Industrial Excellence Award: è tempo di confrontarci con i migliori

I risultati dell’edizione 2016 e l’esperienza SDA Bocconi

Lo scorso 27 ottobre il team SDA impegnato nella gestione e nella promozione della competition internazionale Industrial Excellence Award ha partecipato alla conferenza finale dell’edizione del 2016, tenutasi a Düsseldorf presso la WHU Otto Beisheim School of Management. Nel corso della manifestazione, SDA Bocconi ha avuto modo di confrontarsi con i propri partner internazionali in una due giorni di conferenze, presentazioni aziendali e field visit. Tra i finalisti della competition erano presenti:

  • Audibene, start-up tedesca che opera nel settore degli apparecchi acustici e che ha rivoluzionato il segmento grazie al grande utilizzo delle proprie competenze digital;
  • Zalando, e-commerce tedesco, ma che opera internazionalmente, e campione della competition a livello nazionale. L’azienda, fondata nel 2008, ha presentato le innovazioni apportate in ambito logistico, sul proprio sistema informativo e la propria piattaforma web di interazione con i clienti;
  • SEAT Componentes, campione spagnolo e azienda appartenente al gruppo SEAT che produce componenti per il settore automotive. Il team ha presentato in particolare il centro produttivo di El Prat de Llobregat (Barcellona), dove gli approcci di lean management hanno trovato terreno fertile permettendo allo stabilimento di diventare un’eccellenza dell’ecosistema SEAT;
  • Vestel White Goods, azienda turca specializzata nella produzione di elettrodomestici che, oltre a essersi aggiudicata il titolo nazionale, ha trionfato sugli altri pretendenti per il titolo europeo dell’Industrial Excellence Award 2016. La giuria ha riconosciuto la capacità dell’azienda di trasformarsi e migliorarsi in poco tempo e ha potuto apprezzare le misure impiegate per le gestire la complessità e la varietà dei prodotti offerti (Figura 1).

 

Figura 1 Il team Vestel White Goods riceve il premio come prima classificata per l’Industrial Excellence Award 2016

 IEA 2016

A partire dal 2017, anche in Italia, come già avviene in Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Spagna, Svizzera e Turchia, le migliori aziende industriali e di servizio potranno partecipare a un Award che intende premiare l’eccellenza industriale.

La SDA Bocconi School of Management ha un’esperienza decennale in questo ambito, sia nella declinazione dell’eccellenza per le imprese manifatturiere che per quelle di servizio. Il Club Produzione e Tecnologia è, infatti, attivo in seno all’ateneo dal 1996 con la missione di raccogliere le principali imprese Italiane e i professionisti interessati a condividere esperienze, aggiornarsi e approfondire temi di grande rilevanza e attualità. Il Club organizza eventi di divulgazione e workshop dove i partecipanti hanno la possibilità di dibattere e confrontarsi con il supporto della faculty SDA Bocconi e delle ricerche dalla stessa prodotte.

Cos’è l’Industrial Excellence Award

Dal 1995 l´Industrial Excellence Award (IEA) costituisce un punto di riferimento per la promozione dell’eccellenza europea nel settore industriale e in quello dei servizi.

L’Industrial Excellence Award (IEA) Italia si pone l’obiettivo di indentificare e promuovere le eccellenze nel campo della produzione industriale e dei servizi del nostro paese, al pari di quelle degli altri paesi che da più tempo partecipano a questo studio svolto su scala multinazionale.

In particolare, lo studio intende selezionare le realtà aziendali che, meglio di altre, sanno tradurre le scelte strategiche in azioni concrete in grado di produrre risultati che consentano loro di divenire un punto di riferimento nel proprio settore.

Si tratta di aziende manifatturiere e di servizi che raggiungono l’eccellenza, conseguendo importanti tassi di crescita e sviluppo, conseguendo performance significativamente superiori alla media, adottando tecnologie e approcci manageriali innovativi per i propri processi chiave: formulazione della strategia di operations, gestione della supply chain, gestione dei servizi, sviluppo di nuovi prodotti, servizi e tecnologie di processo.

In passato sono state premiate le best practice di lean management (1a edizione) e di supply chain integration (2a edizione); più recentemente il riconoscimento si è focalizzato sullo sviluppo delle strategie e sul coinvolgimento del personale nei progetti di operational excellence (3a edizione). In futuro ci attendiamo che le aziende riusciranno a creare valore per i loro clienti o i segmenti di mercato serviti attraverso processi digitali e l’impiego di data analytics, motivo per il quale si è deciso di inaugurare il 2017 con la 4a Edizione del questionario di assessment che conterrà anche queste importanti componenti di valutazione.

Un premio diffuso a livello internazionale

Confrontare l’eccellenza industriale di diversi settori industriali su scala globale richiede un modello di anaisi robusto, basato sui driver che consentono alle aziende a conseguire performance superiori. Nel corso di oltre vent’anni, un gruppo di docenti e di ricercatori di prestigiose università e business school internazionali ha sviluppato un modello e uno strumento di assessment, ampliamente pubblicato e accettato internazionalmente. Lo studio è stato inizialmente avviato da ricercatori di INSEAD (Francia) e WHU (Germania) ed è stato poi perfezionato con il contributo delle università partner che ne hanno promosso la diffusione in un numero crescente di paesi (Figura 2):

-       Gran Bretagna (Judge Business School, University of Cambridge);

-       Spagna (IESE di Barcellona);

-       Francia (Insead e HEC di Parigi);

-       Svizzera (IMD Business School di Losanna);

-       Germania (WHU, Otto Beisheim School of Management di Vallendar/Koblenz);

-       Paesi Bassi (RSM - Rotterdam School of Management di Rotterdam e la TU/e – Techniche Universiteit di Eindhoven);

-       In Turchia (Koc University, Graduate School of Business di Istanbul).

Figura 2 Le università partner

Università IEA

Il processo di assessment

L’unità di analisi è sempre un’unità aziendale: una business unit, uno stabilimento, una società operativa ecc. purché rappresentativa dell’organizzazione più generale a cui appartiene e alla quale si possano attribuire i processi e le performance oggetto dell’indagine.

In ciascun paese in cui lo studio è condotto, e quindi dal 2017 anche in Italia, si possono candidare le unità organizzative localizzate nel paese, a prescindere che la compagine sociale a cui appartengono sia italiana o estera.

Il processo di assessment si focalizza sulla capacità di implementare con efficacia e successo la strategia aziendale, verificando come un’organizzazione sia in grado di allineare con successo le attività e le conoscenze distribuite al suo interno al fine di raggiungere obiettivi strategici comuni.

Il questionario è infatti strutturato in diverse sezioni che mirano a raccogliere informazioni con riferimento alle seguenti aree di indagine:

-       business model adottato, con particolare riferimento alla business unit strategy, ovvero alla strategia dell’unità aziendale che partecipa alla competition;

-       principali metriche rappresentative dell’andamento del business (fatturato, quota di mercato, EBITDA ecc.);

-       progetti avviati sul fronte della sostenibilità e dei risultati acquisiti;

-       processi core di supply chain management, per le aziende industriali e di service operations management, per quelle di servizi;

-       principali performance legate allo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, introduzione di nuove tecnologie e innovazione di processo;

-       coinvolgimento del personale impiegato, dal vertice ai dipendenti di fabbrica.

Figura 3 I processi chiave analizzati

 Figura 3 IEA ok

Come illustrato nella Figura 3, per ogni sezione del questionario sono richieste informazioni di tipo qualitativo, tese a descrivere i contenuti dei diversi progetti e processi, sia di carattere quantitativo, tese ad apprezzare l’evoluzione dei principali KPI nel tempo.

Da quest’anno il modello di assessment ha ampliato il proprio campo di indagine includendo nella competition le start-up (meno di dieci anni di vita aziendale). Tale misura si propone di stimolare l’attenzione delle imprese più strutturate verso i nuovi modelli di eccellenza operativa e, altresì, di aiutare le start-up a raggiungere nuovi orizzonti e confrontarsi con le imprese che negli anni hanno potuto costruire un bagaglio di competenze prezioso.

Perché partecipare

Partecipare all’Industrial Excellence Award non comporta alcun costo e consente di ottenere una serie di vantaggi.

Ciascun partecipante avrà la possibilità di confrontarsi con le migliori aziende europee sulle best practice organizzative e gestionali delle operations e utilizzare questi elementi come base di riflessione interna per avviare ulteriori miglioramenti. La giuria selezionerà un numero ristretto di finalisti in ciascun paese e un vincitore nazionale. Tutte le unità aziendali vincitrici della competizione IEA nazionale sono automaticamente nominate tra i finalisti per il premio IEA EU. Il vincitore europeo sarà selezionato durante una conferenza che si svolge annualmente in autunno, in uno dei paesi che aderiscono al network di ricerca da una giuria costituita dai docenti responsabili dei diversi progetti nazionali, in base alla documentazione raccolta e a una presentazione di 30 minuti tenuta da ciascun finalista.

Figura 4 La scelta del vincitore

Figura 3 IEA

La descrizione delle realtà vincitrici, infine, verrà diffusa attraverso la pubblicazione di articoli sui media partner locali (in Italia verrà realizzato un articolo su Economia & Management e su altre testate nazionali) e attraverso il sito internazionale dell’Award (http://www.industrial-excellence-award.eu/).

 

Sulla base dell’esperienza internazionale sviluppata dalle aziende partecipanti nei diversi paesi che aderiscono all’iniziativa, il coinvolgimento nel progetto, inoltre, genera diversi benefici potenziali, tra i quali:

  • avere l’opportunità di confrontarsi con colleghi e personalità provenienti da aziende industriali e di servizi considerate eccellenti in Europa;
  • ottenere un benchmarking della propria azienda rispetto ai vincitori dell’IEA degli altri paesi partecipanti;
  • partecipare all’evento di presentazione delle best practice organizzato dalla SDA Bocconi nel quale verranno presentate le migliori soluzioni gestionali, tecnologiche ed organizzative;
  • condividere la propria esperienza con quella di altri partecipanti, nella ricerca di stimoli di miglioramento continuo e di un confronto critico arricchente;
  • partecipare all’evento finale che annualmente celebra i vincitori dei diversi paesi e che si conclude con la cerimonia di premiazione del IEA Europe 2017 Award.
  • avere la possibilità di partecipare a un esclusivo Factory Tour organizzato ogni anno dall’università che ospita la conferenza internazionale.

Come partecipare

Tutte le unità aziendali localizzate in Italia che utilizzano innovativi approcci industriali e conseguono performance eccellenti nella produzione di prodotti o erogazione di servizi (siano essi standard in grandi volumi o personalizzati su commessa) sono incoraggiate a prendere parte a questa competizione.

Il processo si sviluppa nelle seguenti fasi:

  1. compilazione di un questionario, identico per ogni paese aderente all’indagine e già predisposto in più lingue, compresa l’italiano, che può essere scaricato all’indirizzo: http://it.industrial-excellence-award.eu/competizione/modulo-di-partecipazione/;
  2. tutte le risposte al quesionario di partecipazione IEA saranno trattate in modo totalmente confidenziale. Il questionario, compilato deve essere inviato all'indirizzo ieaward@sdabocconi.it (mail dedicata). Le unità aziendali con localizzazioni multiple su più siti dovranno fornire una descrizione generale della struttura della loro supply chain, specificare il ruolo di ciascuna unità operativa e rendicontare le principali performance aziendali;
  3. qualora necessitassero chiarimenti, è possibile inviare una mail all’indirizzo ieaward@sdabocconi.it con un recapito telefonico in modo che il team SDA Bocconi possa contattare agevolmente e direttamente il richiedente;
  4. i questionari raccolti entro il termine previsto (30 aprile 2017) verranno analizzati e una giuria internazionale di docenti di Operations Management provenienti da INSEAD, WHU, SDA Bocconi, CJBS, HEC, IESE, IMD, Koç, RSM e TU/e determinerà la shortlist di finalisti per l´Industrial Excellence Award;
  5. la partecipazione al premio potrà richiedere un sopralluogo all´impianto o alle strutture principali da parte di un team della giuria. Le unità organizzative appartenenti alla short list verranno infatti contattate per organizzare una visita all’unità principale della società. Il sopralluogo verrà condotto da un team selezionato di docenti appartenenti alle diverse università e scuole partecipanti e membri della giuria.

 

Scadenze importanti e sviluppo del processo di valutazione

1 settembre: segna l'inizio ufficiale della nuova competizione. Da questa data è possibile scaricare gratuitamente il questionario aggiornato – disponibile in francese, inglese, italiano, spagnolo, tedesco e turco dall’indirizzo web: ( http://it.industrial-excellence-award.eu/competizione/modulo-di-partecipazione/ ). Il questionario in lingua italiana è online da dicembre 2016.

30 aprile: scadenza per inviare il questionario compilato. Il termine non è derogabile, fatti salvi casi eccezionali di richiesta di proroga, valutati insindacabilmente dal team di valutazione SDA Bocconi e solo in caso l’ufficio IEA nazionale venga contattato per tempo prima della scadenza.

Maggio: ha luogo l’incontro dei direttori accademici e vengono selezionati i finalisti. Subito dopo, tutti i partecipanti vengono informati circa l’ammissione al secondo round della competizione.

Maggio-giugno: sopralluogo di una giornata, svolto presso l’unità principale dei finalisti. Tali sopralluoghi sono parte integrante del processo di valutazione e sono condotti da un team internazionale di docenti delle università partner e da un rappresentante del media partner nazionale.

Luglio: i media partner o i partner accademici detengono il diritto esclusivo di annunciare il vincitore nazionale, oltre a uno-due finalisti (si prega di notare che l’uso del logo con finalità di marketing richiede l’approvazione esplicita dei rispettivi media partner). Saranno forniti feedback a tutti i partecipanti al momento della proclamazione del vincitore.

Luglio-settembre/ottobre: Euroforum e le business school promuovono congiuntamente la cerimonia di premiazione annuale presso i senior executive europei ed internazionali a mezzo stampa e online. Durante questo periodo, il top management del vincitore nazionale viene istruito dal relativo direttore accademico sulla presentazione da tenere durante la conferenza e consegna del premio.

Settembre/ottobre: durante la conferenza annuale Industrial Excellence ciascun vincitore nazionale tiene una presentazione di 30 minuti e riceve il premio come vincitore nazionale IEA. Inoltre, durante il primo giorno della conferenza viene proclamato il vincitore europeo che riceve l´Industrial Excellence Award durante una serata esclusiva. Subito dopo, i media partner o i partner accademici nazionali annunceranno il vincitore europeo tramite i loro canali stampa e online. L’azienda vincitrice è libera di diffondere il suo successo.

Scheda 1 Vincitori Industrial Excellence Award (2010-16)

Anno Campione Finalisti
2016 Vestel White Goods, Manisa, Turchia

Audibene, Berlin, Germania (Start-up)

SEAT Componentes, El Prat de Llobregat, Spagna

Zalando, Mönchengladbach, Germania

2015 Bentley Motors, Crewe, Regno Unito Mayoral Moda Infantil, Málaga, Spagna
RECARO Aircraft Seating, Schwäbisch Hall, Germania
Royal Dutch Philips, Drachten, Paesi Bassi
Sanofi Pasteur, Neuville-Sur-Sâone, Francia
Thermo Fisher Scientific, Ecublens, Svizzera
Ülker Chocolate, Istanbul, Turchia
2014 VW Navarra, Pamplona, Spagna ABB, Turgi, Svizzera
MDC Power, Kölleda, Germania
L'Oréal, Rambouillet, Francia
2013 BMW AG, Leipzig, Germania Itron, Mâcon, Francia
Orkli, Ordizia, Spagna
Stiplastics, Beauvoir-en Royans, Francia
2012 Continental, Foix, Francia AERNNOVA, Álava, Spagna 
BMW Group, Landshut, Germania
2011 John Deere Ibérica, Getafe/Madrid, Spagna Airbus, Toulouse, Francia 
ASML, Veldhoven, Paesi Bassi 
Siemens AG, Amberg, Germania
2010 ABB Svizzera Ltd., Zurich, Svizzera Ficosa, Soria, Spagna 
Roto Frank Bauelemente GmbH, Bad Mergentheim, Germania 
Technip, Le Trait, Francia

(Vincenzo Marino è SDA Research Fellow presso la Unit Produzione e Tecnologia della SDA Bocconi School of Management e coordinatore del Master of Management in Food & Beverage)

industrialexcellence