News

06/09/2018

Retail UE tra luci e ombre


Tra luglio e giugno 2018, il volume del commercio al dettaglio nell’Eurozona è sceso dello 0,2 per cento, mentre è rimasto invariato nel gruppo complessivo degli Stati membri dell’Unione. A dirlo sono le stime dell’EUROSTAT.

Tra i Paesi che hanno adottato l’euro c’è stata una flessione nel campo del carburante per auto dello 0,7 per cento e nel settore «cibo, bevande e tabacco» dello 0,6 per cento, compensata in parte da un incremento dei generi non-alimentari dello 0,4 per cento.

Secondo gli stessi dati si è verificato invece un generale incremento su base annua (giugno-luglio 2017). A beneficiarne sono stati soprattutto Polonia (+7 per cento) e Lituania (+7,2 per cento), contro le chiusure in negativo di Malta (-2,6 per cento) e Svezia (-1,1 per cento).

news-esempio-03