News

24/01/2018

Turismo UE-Cina al microscopio


Il numero di notti trascorse da viaggiatori cinesi nell’Unione Europea è più che triplicato negli ultimi dieci anni, sino a raggiungere quota 25 milioni nel 2016, pari a quasi il 6 per cento delle notti trascorse nei Paesi UE da visitatori stranieri; e la crescita del turismo dalla Cina ha surclassato quella (pur significativa) da altri Paesi BRIC quali il Brasile o la Russia. Sono alcuni dei dati recentemente pubblicati da Eurostat in occasione dell’apertura dell’anno del turismo UE-Cina.

L’Italia è una delle destinazioni favorite dai turisti cinesi che viaggiano nell’UE: le notti trascorse nel nostro Paese da turisti cinesi nel 2016 hanno rappresentato il 18 per cento del totale, dato secondo solo a quello del Regno Unito (31 per cento) e nettamente superiore a quello di Germania (13 per cento), Francia (10 per cento) e Spagna (7 per cento).

Sul versante opposto, per quel che riguarda i flussi di viaggiatori europei verso Paesi extra-UE, la Cina è stato l’ottava destinazione non-europea in assoluto per numero di notti, e la terza in Asia (dietro a Thailandia ed Emirati Arabi Uniti).

Cina business