News

06/09/2017

Crescita intelligente? Sì, con l’AI


L’applicazione dell’Artificial Intelligence (AI) potrebbe portare a una crescita dei tassi di profittabilità del 38 per cento e a una crescita economica quantificabile in 14 bilioni di dollari da qui al 2035. Lo afferma il recente report di Accenture How AI Boosts Industry Profits and Innovation.

Grazie all’AI, nei prossimi vent’anni la produttività del lavoro potrebbe segnare un aumento a doppia cifra nei paesi occidentali (del 12 per cento in Italia, del 29 per cento in Germania, e addirittura del 35 per cento negli Stati Uniti), contribuendo non solo a una crescita aggregata più sostanziosa, ma anche, sul piano micro, a far sì che le persone possano impiegare in modo più efficiente il proprio tempo.

La forza lavoro, infatti, potrebbe delegare all’AI le attività più meccaniche e routinarie, per concentrarsi invece sui task a più alto valore aggiunto: così un settore ad alta intensità di lavoro come il retail potrebbe vedere i propri profitti incrementare di quasi il 60 per cento di qui al 2035. In settori ad alta intensità di capitale, come l’industria manifatturiera, l’impatto potrebbe essere altrettanto positivo, consentendo alle imprese di introdurre sistemi automatizzati in grado di apprendere e adattarsi nel tempo, riducendo il time-to-market e abbattendo i costi.

smart-logistics