News

04/05/2017

Il lavoro temporaneo nell'UE


La percentuale di lavoratori dipendenti tra i 15 e i 64 anni con un contratto di lavoro temporaneo nell’Unione Europea a 28 è dell’14,2 per cento, e leggermente più alta se si restringe lo sguardo all’Eurozona (15,6). Le differenze tra i vari paesi sono molto marcate: si va dall’1,4 per cento della Romania al 27,5 per cento della Spagna. L’Italia si colloca a metà strada: il 14,0 per cento del totale dei lavoratori dipendenti ha un contratto a tempo determinato, un dato paragonabile a quello tedesco (13,2 per cento) e danese (13,5 per cento). A rivelarlo è una recente indagine Eurostat su The Temporary Employment in the EU.

Il quadro cambia nettamente se ci si concentra sui lavoratori dipendenti tra i 15 e i 24 anni: complessivamente nell’UE ben il 43,8 per cento di chi ricade in questa categoria è a tempo determinato. Il dato italiano, pari al 54,7 per cento, pur superiore alla media, rimane in linea con quello tedesco (53,2), e nettamente inferiore a quello francese (58,6) e spagnolo (72,9).

Unione Europea